You are here

Print page

Indicatori alternativi di performance "NON-GAAP"

Il management di Leonardo valuta le performance del Gruppo e dei segmenti di business sulla base di alcuni indicatori non previsti dagli IFRS. In particolare, l’EBITA è utilizzato come principale indicatore di redditività, in quanto permette di analizzare la marginalità del Gruppo, eliminando gli effetti derivanti dalla volatilità originata da elementi economici non ricorrenti o estranei alla gestione ordinaria.

Di seguito sono descritte, così come richiesto dalla Comunicazione CESR/05 - 178b, le componenti di ciascuno di tali indicatori:

  • Ordini: include i contratti acquisiti nel periodo che abbiano le caratteristiche per essere iscritti nel libro degli ordini.
  • Portafoglio ordini: è dato dalla somma del portafoglio del periodo precedente e degli ordini acquisiti, al netto dei ricavi del periodo di riferimento.
  • EBITDA: è dato dall’EBITA, come di seguito definito, prima degli ammortamenti e delle svalutazioni (al netto di quelle relative all’avviamento o classificate tra i “costi non ricorrenti”).
  • EBITDA margin: è calcolato come rapporto tra l’EBITDA ed i ricavi.
  • EBITA: è ottenuto depurando l’EBIT, come di seguito definito, dai seguenti elementi:
    • eventuali impairment dell’avviamento;
    • ammortamenti ed eventuali impairment della porzione del prezzo di acquisto allocato a attività immateriali nell’ambito di operazioni di business combination, così come previsto dall’IFRS 3;
    • costi di ristrutturazione, nell’ambito di piani definiti e rilevanti. Rientrano in tale voce sia i costi del personale che tutti gli altri oneri riconducibili a dette ristrutturazioni (svalutazioni di attività, costi di chiusura di siti, costi di rilocalizzazione, etc.);
    • altri oneri o proventi di natura non ordinaria, riferibili, cioè, a eventi di particolare significatività non riconducibili all’andamento ordinario dei business di riferimento.

    L’EBITA così determinato è utilizzato nel calcolo del ROS (Return on Sales) e del ROI (Return on Investment).

    La riconciliazione tra risultato prima delle imposte e degli oneri finanziari, l’EBIT e l’EBITA è di seguito presentata (quella per settore è illustrata nella nota 9 del bilancio consolidato):

    € milioni20162015
    Risultato prima delle imposte e degli oneri finanziari687623
    Risultati delle ioint venture strategiche295261
    EBIT982884
    Ammortamenti attività immateriali acquisite in sede di business combination9798
    Costi di ristrutturazione102114
    (Proventi) Costi non ricorrenti71112
    EBITA1.2521.208
     

    I costi non ricorrenti sono prevalentemente riferibili ai prevedibili oneri legati ad alcuni contratti oggetto di controversie in corso nonché a svalutazioni che riflettono le stime effettuate dal management in relazione all’esposizione del Gruppo in Paesi considerati a rischio. I costi di ristrutturazione si riferiscono ai processi in corso, principalmente nell’Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza e nell’Aeronautica.

    • Return on Sales (ROS): è calcolato come rapporto tra l’EBITA ed i ricavi.
    • EBIT: è ottenuto aggiungendo al risultato prima delle imposte e degli oneri finanziari (cioè il risultato prima dei “proventi e oneri finanziari”, degli “effetti della valutazione delle partecipazioni con il metodo del patrimonio netto”, delle “imposte sul reddito” e dell’”utile (perdita) connesso alle Discontinued Operation”) la quota parte di competenza del Gruppo dei risultati delle Joint Venture strategiche del Gruppo (ATR, MBDA, Thales Alenia Space e Telespazio), rilevata negli “effetti della valutazione delle partecipazioni con il metodo del patrimonio netto”.
    • Risultato netto ordinario: è dato dal Risultato Netto ante risultato delle Discontinued Operation ed effetti delle operazioni straordinarie (principali operazioni di acquisizione e dismissione). La riconciliazione è di seguito presentata:

    € milioni20162015
    Risultato netto507527
    Risultato delle discontinued operations-(258)
    Effetti delle operazioni straordinarie38(16)
    Risultato netto ordinario545253
       

    • Indebitamento netto del Gruppo: include liquidità, crediti finanziari e titoli correnti, al netto dei debiti finanziari (correnti e non correnti) e del fair value dei derivati a copertura di poste dell’indebitamento finanziario, nonché i principali crediti non correnti. In particolare, l’indebitamento del Gruppo include al 31 dicembre 2016 il credito finanziario (supportato da garanzie bancarie) verso SuperJet – in precedenza iscritto tra i crediti correnti – che verrà rimborsato in 4 anni in virtù degli accordi per la rimodulazione della partecipazione del Gruppo a tale programma (operazione illustrata nella sezione “Operazioni industriali e finanziarie”). L’indicatore include, inoltre, la valorizzazione della quota residua in Ansaldo Energia in considerazione – e nel presupposto del loro esercizio nonché alla luce del merito di credito della controparte – dei diritti di put&call in virtù dei quali tale importo verrà corrisposto da Fondo Strategico Italiano a Leonardo. Fino al 2015 tale importo era classificato contabilmente tra le attività non correnti; a partire dal 2016 lo stesso è stato classificato fra le attività correnti in considerazione dell’approssimarsi della scadenza. La riconciliazione con la posizione finanziaria netta richiesta dalla comunicazione CONSOB n. DEM/6064293 del 28 luglio 2006 è fornita nella Nota 19 del bilancio consolidato.
    • Free Operating Cash Flow (FOCF): è ottenuto come somma del cash-flow generato (utilizzato) dalla gestione operativa (con esclusione delle variazioni relative a poste dell’Indebitamento Netto di Gruppo) del cash-flow generato (utilizzato) dall’attività di investimento ordinario (attività materiali, immateriali e partecipazioni, al netto dei flussi di cassa riferibili a operazioni di acquisto o cessione di partecipazioni che, per loro natura o per rilevanza, si configurano come “investimenti strategici”) e dei dividendi. La modalità di costruzione del FOCF è presentata all’interno del cash flow riclassificato riportato nel capitolo “Risultati del gruppo e situazione finanziaria”.
    • Return on Investments (ROI): è calcolato come rapporto tra l’EBITA ed il valore medio del capitale investito netto nei due periodi presentati a confronto.
    • Return on Equity (ROE): è calcolato come rapporto tra il risultato netto ordinario ed il valore medio del patrimonio netto nei due periodi a confronto.
    • Organico: è dato dal numero dei dipendenti iscritti a libro matricola all’ultimo giorno del periodo di riferimento.
    • Funds From Operations (FFO): è dato dal cash-flow generato (utilizzato) dalla gestione operativa, al netto della componente rappresentata da variazioni del capitale circolante e dei pagamenti dei debiti ex Lege 808/1985, inclusi nella voce “Flusso di cassa da attività di investimento ordinario” nel cash flow riclassificato. Il Funds From Operations include inoltre i dividendi ricevuti.
    • Spese di Ricerca e Sviluppo: il Gruppo qualifica come spese di Ricerca e Sviluppo tutti i costi, interni ed esterni, sostenuti nell’ambito di progetti finalizzati all’ottenimento o all’impiego di nuove tecnologie, conoscenze, materiali, prodotti e processi. La voce include:
      • i costi di sviluppo capitalizzati, anche se coperti da contributi;
      • i costi di ricerca, - le cui attività si trovino cioè in uno stadio che non consente di dimostrare che l’attività genererà benefici economici in futuro – o i costi di sviluppo per i quali non sussistono i requisiti contabili per la capitalizzazione, addebitati a conto economico nel periodo di sostenimento;
      • i costi di ricerca e sviluppo rimborsati dal committente nell’ambito di contratti in essere (che sotto il profilo contabile rientrano nella valutazione dei “lavori in corso”).
      •  Net interest: è calcolato come somma delle voci “Interessi”, “Premi pagati/incassati su IRS” e “Commissioni su finanziamenti” (si veda la Nota “Proventi e oneri finanziari” della Nota integrativa al bilancio consolidato);
      • Variazione del capitale circolante: è dato dalla variazione dei crediti/debiti commerciali, lavori in corso/acconti e rimanenze (nel 2015 al netto delle variazioni relative al contratto Fyra di AnsaldoBreda, incluse tra i debiti finanziari). La riconciliazione è di seguito presentata:

    € milioni20162015
    Variazioni dei crediti/debiti commerciali, lavori in corso/acconti e rimanenze(229)(637)
    Pagamenti su contratto Fyra-41
    Variazione del capitale circolante(229)(596)
       

    Si riportano, inoltre, di seguito i prospetti di raccordo fra le voci degli schemi riclassificati presentati in relazione sulla gestione rispetto ai prospetti di conto economico e stato patrimoniale:

     Schema di bilancioAmmort.
    PPA
    Costi di
    ristrutturaz.
    Costi non
    ricorrenti
    Joint venture
    strategiche
    Operazioni
    straord.
    Riclassificato
    Ricavi12.002     12.002
    Costi per acquisti e per il personale(10.549) 4324  (10.396)
    Altri ricavi operativi742      
    Altri costi operativi(730)      
    Altri ricavi (costi) operativi netti12 5921  6
    Valutazione a equity delle joint venture strategiche    295 295
    EBITDA      1.907
    Ammortamenti e svalutazioni(778)97 26  (655)
    EBITA      1.252
    Proventi (Costi) non ricorrenti   (71)  (71)
    Costi di ristrutturazione  (102)   (102)
    Amm. immateriali business combination (97)    (97)
    EBIT      982
    Proventi finanziari493      
    Oneri finanziari(815)      
    Valutazioni con il metodo del patrimonio netto300      
    Proventi (Oneri) finanziari netti(22)   (295)38(279)
    Imposte sul reddito(158)     (158)
    Risultato netto ordinario      545
    Utile (Perdita) connessa a discontinued operations-    (38)(38)
    Utile (Perdita) netto/a507     507
     

     Schema di
    bilancio
    Crediti
    finanziari e
    liquidità
    Debiti
    finanziari
    Derivati
    su poste
    indebitamento
    FV Ansaldo
    Energia
    Riclassificato
    Attività non correnti12.184(65)   12.119
    Passività non correnti(7.384) 4.011  (3.373)
    Capitale fisso     8.746
    Attività correnti13.187(2.265) (1)(138)10.783
    Passività correnti(13.628) 1.26736 (12.325)
    Capitale circolante netto     (1.542)
    Patrimonio netto di Gruppo4.357    4.357
    Patrimonio netto di terzi16    16
    Patrimonio netto4.373    4.373
    Indebitamento netto di Gruppo (2.330)5.27835(138)2.845
    Attività non correnti per la vendita14    14