You are here

Print page

Corporate Governance

Con il termine Corporate Governance si intende l’insieme delle regole e, più in generale, il sistema di governo societario che presiedono alla gestione e al controllo della Società.

Il modello di governance di Leonardo, in linea con i criteri e i principi applicativi formulati dal Codice di Autodisciplina (da ultimo aggiornato nel mese di luglio 2015), al quale la Società aderisce, è orientato alla massimizzazione del valore per gli azionisti, al controllo dei rischi d’impresa e alla più elevata trasparenza nei confronti del mercato, nonché finalizzato ad assicurare l’integrità e la correttezza dei processi decisionali.

Tale modello ha formato oggetto di successivi adeguamenti volti a recepire le indicazioni di volta in volta formulate dal Codice di Autodisciplina, che risultano incorporate nel “Regolamento del Consiglio di Amministrazione”, puntualmente aggiornato dal Consiglio al fine di assicurarne il costante allineamento ai contenuti del Codice nonché alle variazioni intervenute nella struttura organizzativa della Società.

Il testo del Regolamento del Consiglio è disponibile nella sezione Corporate Governance del sito web della Società (www.leonardocompany.com). Il testo del Codice di Autodisciplina è disponibile sul sito web del Comitato per la Corporate Governance (http://www.borsaitaliana.it/comitato-corporate-governance/codice/2015clean.pdf).

Il sistema di Corporate Governance di Leonardo e la sua conformità alle indicazioni del Codice formano oggetto di periodica e analitica illustrazione da parte del Consiglio di Amministrazione nella specifica Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari, predisposta in occasione dell’approvazione del Progetto di Bilancio (nel rispetto delle prescrizioni contenutistiche di cui ai commi 1 e 2 dell’art. 123-bis del T.U.F. e sulla base dell’articolato del Codice di Autodisciplina) e pubblicata contestualmente alla presente Relazione Finanziaria Annuale.

Si fornisce di seguito una sintetica illustrazione della struttura di Governance della Società. Per una dettagliata informativa sull’assetto di governo societario di Leonardo, sui principali aggiornamenti intervenuti nel corso dell’esercizio 2016, nonché sulle decisioni e misure organizzative adottate dalla Società al fine di garantire il più accurato livello di adesione ai contenuti del Codice di Autodisciplina, si rinvia alla Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari approvata dal Consiglio di Amministrazione contestualmente alla presente Relazione e resa disponibile nella sezione Corporate Governance del sito web della Società (www.leonardocompany.com),nonché nell’apposita sezione predisposta in occasione dell’Assemblea di Bilancio, contenente la documentazione e le informazioni inerenti all’Assemblea.

Struttura di Corporate Governance

La struttura di governance della Società, basata sul modello organizzativo tradizionale, è conforme a quanto previsto dalla normativa in materia di emittenti quotati nonché alle indicazioni del Codice di Autodisciplina ed è essenzialmente così articolata:

  • Assemblea degli azionisti. Delibera in sede ordinaria e straordinaria sulle materie alla stessa riservate dalla legge o dallo Statuto;
  • Consiglio di Amministrazione. E’ investito dei più ampi poteri per l’amministrazione della Società, con facoltà di compiere tutti gli atti opportuni per il raggiungimento degli scopi sociali, ad esclusione degli atti riservati - dalla legge o dallo Statuto - all’Assemblea. L’attuale Consiglio di Amministrazione è stato nominato dall’Assemblea degli azionisti il 15 maggio 2014 per il triennio 2014- 2016 ed il relativo mandato scadrà con la prossima Assemblea di approvazione del Bilancio 2016;
  • Presidente del Consiglio di Amministrazione. In data 3 novembre 2015 il Consiglio di Amministrazione ha conferito al Presidente della Società, Pref. Giovanni De Gennaro, già in carica dal 4 luglio 2013, oltre alla rappresentanza legale della Società e la firma sociale a norma di legge e di Statuto, alcune attribuzioni relative a Rapporti Istituzionali - da esercitarsi in coordinamento con l’Amministratore Delegato - Sicurezza di Gruppo e Group Internal Audit, confermando quanto allo stesso conferito in data 15 maggio 2014 all’atto della nomina;
  • Amministratore Delegato e Direttore Generale. Il Consiglio di Amministrazione del 3 novembre 2015 ha conferito all’Amministratore Delegato e Direttore Generale, Ing. Mauro Moretti, fermo restando quanto riservato al Consiglio di Amministrazione, oltre alla rappresentanza legale della Società a norma di legge e di Statuto, alla firma sociale e al potere di dare attuazione alle delibere dell’organo amministrativo, tutte le attribuzioni e deleghe per la gestione unitaria della Società, dei suoi rami d’azienda e delle società controllate e per la gestione di tutte le interessenze in società collegate e partecipate, in coerenza con le linee di indirizzo strategico da lui stesso individuate e approvate dal Consiglio di Amministrazione; attribuzioni e deleghe nuove rispetto a quanto conferito dallo stesso Consiglio di Amministrazione in data 15 maggio 2014 all’atto della nomina, che hanno efficacia dal 1° gennaio 2016. La rideterminazione delle deleghe e attribuzioni si è resa necessaria al fine di dare attuazione al Nuovo Modello Organizzativo e Operativo di Gruppo;
  • Lead Independent Director. A seguito del rinnovo del Consiglio di Amministrazione da parte dell’Assemblea tenutasi in data 15 maggio 2014, lo stesso Consiglio ha provveduto in pari data a nominare l’Amministratore Paolo Cantarella quale Lead Independent Director con il compito di coordinare le istanze e i contributi degli Amministratori non esecutivi e in particolare di quelli indipendenti.
    Al riguardo il Regolamento del Consiglio di Amministrazione prevede, anche in assenza delle specifiche situazioni contemplate dal Codice di Autodisciplina, tale facoltà di nomina da parte dell’organo consiliare, con l’astensione degli Amministratori esecutivi e comunque di quelli non indipendenti; è previsto altresì che il Consiglio provveda in ogni caso alla nomina ove al Presidente vengano conferite deleghe operative. Il Consiglio non ha conferito deleghe operative al Presidente: tuttavia (anche in considerazione delle attribuzioni allo stesso conferite) ha ritenuto comunque di procedere alla nomina del Lead Independent Director. Il Lead Independent Director rimane in carica per la durata del mandato del Consiglio di Amministrazione e, pertanto, fino all’Assemblea di approvazione del presente Bilancio;
  • Comitati. Il Consiglio di Amministrazione di Leonardo ha istituito i seguenti Comitati endoconsiliari, dotati di funzioni propositive e consultive: il Comitato Controllo e Rischi (che svolge anche le funzioni di Comitato per le Operazioni con Parti Correlate), il Comitato per la Remunerazione e il Comitato per le Nomine, Governance e Sostenibilità (previsti dal Codice di Autodisciplina), nonché il Comitato Analisi Scenari Internazionali. Composizione, compiti e modalità di funzionamento dei Comitati sono illustrati e disciplinati da appositi Regolamenti approvati dallo stesso Consiglio di Amministrazione, in coerenza con le indicazioni formulate dal Codice di Autodisciplina;
  • Collegio Sindacale. Al Collegio Sindacale spetta - tra l’altro - il compito di vigilare: a) sull’osservanza della legge e dell’atto costitutivo nonché sul rispetto dei principi di corretta amministrazione; b) sull’adeguatezza ed efficacia della struttura organizzativa della Società, del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nonché del sistema amministrativo contabile, anche con riferimento all’affidabilità di quest’ultimo nel rappresentare correttamente i fatti di gestione; c) sulle modalità di concreta attuazione delle regole di governo societario previste dal Codice di Autodisciplina; d) sull’adeguatezza delle disposizioni impartite alle società controllate in relazione alle informazioni da fornire per adempiere agli obblighi di comunicazione previsti dalla legge. L’attuale Collegio Sindacale è stato nominato dall’Assemblea degli azionisti in data 11 maggio 2015 per il triennio 2015-2017;
  • Società di Revisione. La Società di Revisione è il soggetto incaricato di effettuare la revisione legale dei conti. L’incarico è conferito dall’Assemblea degli azionisti, su proposta motivata del Collegio Sindacale. L’Assemblea degli azionisti del 16 maggio 2012 ha conferito l’incarico di revisione legale dei conti alla KPMG S.p.A. per il periodo 2012-2020;
  • Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari. Il Consiglio di Amministrazione del 15 maggio 2014, ai sensi dell’art. 154-bis del TUF e degli artt. 25.4 e 25.5 dello Statuto sociale, ha confermato il Dott. Gian Piero Cutillo (Chief Financial Officer della Società), già in carica dal 14 giugno 2012, quale Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari, fino alla scadenza dell’attuale Consiglio di Amministrazione

Si fornisce di seguito una rappresentazione grafica di sintesi della struttura di governance di Leonardo.

Corporate Governance

Infine, si segnalano di seguito i principali strumenti di Governance di cui la Società si è dotata, in conformità alle vigenti disposizioni di legge e di regolamento nonché alle indicazioni del Codice di Autodisciplina. La sottoelencata documentazione è disponibile al pubblico nelle specifiche sezioni Corporate Governance ed Etica e Compliance del sito web della Società (www.leonardocompany.com).

  • Statuto sociale;
  • Codice Etico;
  • Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. n. 231/2001;
  • Regolamento Assembleare;
  • Regolamento del Consiglio di Amministrazione;
  • Regolamento del Comitato Controllo e Rischi;
  • Regolamento del Comitato per la Remunerazione;
  • Regolamento del Comitato per le Nomine, Governance e Sostenibilità;
  • Regolamento del Comitato Analisi Scenari Internazionali;
  • Procedura per le Operazioni con Parti Correlate;
  • Codice di Internal Dealing;
  • Procedura sulle informazioni privilegiate e riservate.