You are here

Print page

Andamento economico-finanziario della Capogruppo

 € milioni20162015
Ordini15.848-
Portafoglio ordini26.551-
Ricavi7.92554
EBITDA1.000(68)
EBITDA margin12,6%n.a.
EBITA510(79)
ROS6,4%n.a.
EBIT463(95)
EBIT margin5,8%n.a.
Risultato netto ordinario637444
Risultato netto609444
Indebitamento netto di Gruppo3.0192.494
FOCF58168
ROI7,4%(1,1%)
ROE13,4%11,2%
Organico27.583279

L’esercizio 2016 si chiude con un risultato positivo pari a €mil. 609 a fronte di €mil. 444 nel 2015. Per effetto dell’avvio della One Company i dati economici e patrimoniali risultano scarsamente comparabili con quelli del 2015, in quanto Leonardo si è trasformata da holding di gestione di diverse società operative giuridicamente separate a società unica, capace di coniugare, attraverso la struttura divisionale in precedenza ricordata, i profili industriali con quelli di indirizzo e controllo delle proprie attività. Tale radicale cambiamento ha avuto significativi e ovvi riflessi anche sul bilancio: i ricavi sono passati da €mil. 54 del 2015 a €mld. 7,9 nel 2016, con conseguenti impatti su tutte le voci di conto economico, stato patrimoniale e rendiconto finanziario.

I trend di business sono commentati nella sezione dedicata al Gruppo e all’andamento dei settori nei quali Leonardo opera. Nel confronto, giova ricordare che il risultato del 2015 beneficiava della plusvalenza realizzata, nell’ambito delle operazioni di dismissione del settore Trasporti, sulla cessione delle azioni di Ansaldo STS (pari a €mil. 702). Anche per effetto di tali operazioni, inoltre, Leonardo aveva rettificato il valore della partecipazione in AnsaldoBreda, al fine di recepire le perdite da questa realizzate in sede di cessione del ramo di azienda a Hitachi (oltre che quelle dell’esercizio), per €mil. 353, con un beneficio complessivo netto pari a €mil. 349.

Nel 2016 Leonardo ha registrato un EBITA pari a €mil. 510, con un ROS al 6,4%, e proventi finanziari netti pari a €mil. 274, attribuibili in particolare ai dividendi ricevuti dalle controllate e dalle JV (queste ultime contribuiscono invece all’EBITA consolidato del Gruppo attraverso la valutazione con il metodo del patrimonio netto, mentre il loro contributo economico nel bilancio separato è rilevato nella parte finanziaria, come dividendi).

L’andamento economico è di seguito riassunto:

€ milioni Note20162015VariazioneVariazione%
Ricavi 7.925547.87114.575,9%
Costi per acquisti e per il personale(*)(6.911)(118)  
Altri ricavi (costi) operativi netti(**)(14)(4)  
EBITDA 1.000(68)1.0681.570,6%
EBITDA margin 12,6%(125,9%)138,5 p.p. 
Ammortamenti e svalutazioni(***)(490)(11)  
EBITA 510(79)589745,6%
ROS 6,4%(146,3%)152,7 p.p. 
Costi di ristrutturazione (43)(16)  
Ammortamenti attività immateriali acquisite in sede di business combination (4)-  
EBIT 463(95)589587,4%
EBIT margin 5,8%(175,9%)181,7 p.p. 
Proventi (Oneri) finanziari netti(****)274512  
Imposte sul reddito (100)27  
Risultato netto ordinario 63744419343,5%
Risultato connesso a discontinued operations e operazioni straordinarie(*****)(28)-  
Risultato netto 60944416537,2%
   

Note di raccordo fra le voci del conto economico riclassificato e il prospetto di conto economico:
(*) Include le voci “Costi per acquisti e per il personale” (al netto degli oneri di ristrutturazione dei costi non ricorrenti) e “Accantonamenti (assorbimenti) per perdite a finire su commesse”.
(**) Include l’ammontare netto delle voci “Altri ricavi operativi” e “Altri costi operativi”, al netto degli oneri di ristrutturazione, degli impairment avviamenti, dei proventi (costi) non ricorrenti e degli accantonamenti (assorbimenti) per perdite a finire su commesse.
(***) Include la voce ”Ammortamenti e svalutazioni”, al netto della quota di ammortamenti riferibile alle attività immateriali acquisite in sede di Business Combination e delle svalutazioni considerate come “Costi non ricorrenti”.
(****) Include le voci “Proventi finanziari”, “Oneri finanziari” (al netto delle plusvalenze (minusvalenze) relative ad operazioni Straordinarie).
(*****) Include le voci “Utile (perdita) connessa a Discontinued Operation” oltre alle plusvalenze (minusvalenze) relativi ad Operazioni Straordinarie (principali operazioni di acquisizione e dismissione).

Nel seguente prospetto è riportata l’analisi della struttura patrimoniale al 31 dicembre 2016 a confronto con l’esercizio 2015:

€ milioniNote31 dicembre 201631 dicembre 2015VariazioneVariazione %
Attività non correnti 10.5897.595  
Passività non correnti (2.091)(262)  
Capitale fisso(*)8.4987.3331.16515,9%
Rimanenze 2.920-  
Crediti commerciali(**)4.95593  
Debiti commerciali(***)(7.523)(100)  
Capitale circolante 352(7)  
Fondi per rischi (quota corrente) (519)(226)  
Altre attività (passività) nette correnti(****)(1.138)(426)  
Capitale circolante netto (1.305)(659)(646)(98,0%)
Capitale investito netto 7.1936.6745197,8%
Patrimonio netto 5.3254.180  
Indebitamento netto 3.0192.49452521,1%
(Attività) Passività nette possedute per la vendita(*****)1.151-1.151n.a.
   

Note di raccordo fra le voci dello stato patrimoniale riclassificato e il prospetto di stato patrimoniale:
(*) Include, rispettivamente, tutte le attività non correnti, e tutte le passività non correnti, al netto della voce “Debiti finanziari non correnti”.
(**) Include la voce “Lavori in corso su ordinazione”.
(***) Include la voce “Acconti da committenti”.
(****) Include le voci “Crediti per imposte sul reddito”, le “Altre attività correnti” (esclusi i “Derivati a copertura di poste dell’indebitamento”), al netto delle voci “Debiti per imposte sul reddito” e “Altre passività correnti” (esclusi i “Derivati a copertura di poste dell’indebitamento”).
(*****) Include l’ammontare netto delle voci “Attività non correnti possedute per la vendita” e “Passività direttamente correlate ad attività possedute per la vendita”.

Il confronto con il 2015 è scarsamente significativo, in quanto evidenzia l’impatto delle operazioni di concentrazione perfezionate nel 2016.

L’indebitamento finanziario netto si incrementa di €mil. 525 rispetto al 31 dicembre 2015; tuttavia detto incremento è motivato esclusivamente dalle operazioni di fusione e scissione e dall’eliminazione dei relativi saldi di credito e debito reciproci. A partire dal 1° gennaio 2016 Leonardo ha ridotto sensibilmente il proprio indebitamento, grazie ad un FOCF significativamente positivo (€mil. 581), anche per effetto del più volte citato anticipo sul contratto EFA Kuwait. L’indebitamento netto risulta così composto:

€ milioni31 dicembre 2016Di cui correnti31 dicembre 2015Di cui correnti
Debiti obbligazionari3.2636033.32582
Debiti bancari2965832951
Disponibilità e mezzi equivalenti(1.747)(1.747)(1.365)(1.365)
Indebitamento bancario e obbligazionario netto1.812 2.289 
Fair value quota residua Ansaldo Energia(138) (131) 
Crediti finanziari non correnti verso SuperJet(65)   
Crediti finanziari non correnti verso società consolidate da Leonardo(15) (102) 
Crediti finanziari correnti verso parti correlate(326)(326)(2.558)(2.558)
Altri crediti finanziari correnti(27)(27)--
Crediti finanziari e titoli correnti (571) (2.791) 
Derivati a copertura di poste dell'indebitamento35351313
Debiti finanziari verso parti correlate1.6641.6642.9832.983
Altri debiti finanziari7946--
Indebitamento netto3.019 2.494 
       

Il flusso di cassa del periodo è di seguito riassunto:

€ milioni20162015VariazioneVariazione %
Funds From Operations (FFO) (*)1.226751.1511534,7%
Variazione del capitale circolante(316)(1)  
Flusso di cassa da attività di investimento ordinario (**)(329)(6)  
Free Operating Cash Flow (FOCF)58168513754,4%
Operazioni strategiche-761  
Variazione delle altre attività di investimento (***)19538  
Acquisto azioni proprie(35)(2)  
Variazione netta dei debiti finanziari(387)(259)  
Incremento/(Decremento) netto delle disponibilità e mezzi equivalenti354606  
Disponibilità e mezzi equivalenti al 1° gennaio1.365745  
Effetto fusioni/scissioni56   
Differenze di cambio e altri movimenti(28)14  
Disponibilità e mezzi equivalenti al 31 dicembre1.7471.365  
   

Note di raccordo fra le voci del rendiconto finanziario riclassificato e il prospetto di rendiconto finanziario:
(*) Include la voce “Flusso di cassa utilizzato da attività operative” (al netto della “Variazione del capitale circolante” e dei pagamenti dei debiti ex Lege 808/1985) ed i dividendi ricevuti.
(**) Include la voce “Flusso di cassa generato (utilizzato) da attività di investimento, al netto dei pagamenti dei debiti ex Lege 808/1985 e dei dividendi ricevuti.
(***) Include la voce “Cessione settore Trasporti” e la quota delle “Altre attività di investimento” classificate come “Operazioni strategiche”.
(****) Include le voci “Altre attività di investimento” (al netto dei dividendi ricevuti e delle operazioni classificate come “Operazioni strategiche”)