You are here

Print page

9. Attività immateriali

 AvviamentoCosti di sviluppoOneri non ricorrentiConcessioni, licenze e marchiAcquisite per aggregazioni aziendaliAltre attività immaterialiTotale
1° gennaio 2015       
Costo5.8681.2311.9134211.24676611.445
Ammortamenti e svalutazioni(2.068)(717)(567)(119)(604)(589)(4.664)
Valore in bilancio3.8005141.3463026421776.781
        
Attività settore Trasporti(38)(4)(1)--(15)(58)
Investimenti-1001743-51328
Vendite(8)--(4)--(12)
Ammortamenti-(72)(80)(8)(98)(57)(315)
Svalutazioni-(18)---(1)(19)
Altri movimenti234-(2)3144(2)305
31 dicembre 20153.9885201.4373245881537.010
così composto:       
Costo5.8681.2311.9134211.24676611.445
Ammortamenti e svalutazioni(1.880)(711)(476)(97)(658)(613)(4.435)
Valore in bilancio3.9885201.4373245881537.010
        
Investimenti-441605-23232
Vendite(8)----(1)(9)
Ammortamenti-(62)(113)(14)(97)(49)(335)
Svalutazioni-(3)(13)---(16)
Altri movimenti(157)(9)116(26)12(163)
31 dicembre 20163.8234901.4723314651386.719
così composto:       
Costo6.0961.2752.0735591.32660311.932
Ammortamenti e svalutazioni(2.273)(785)(601)(228)(861)(465)(5.213)
Valore in bilancio3.8234901.4723314651386.719
        
31 dicembre 2015       
Valore lordo  4.719    
Contributi  3.282    
        
31 dicembre 2016       
Valore lordo  4.774    
Contributi  3.302    

Avviamento

L’avviamento viene allocato sulle cash generating unit (CGU) o gruppi di CGU, individuate facendo riferimento alla struttura organizzativa, gestionale e di controllo del Gruppo alla data di reporting, che prevede, come noto, quattro settori di business.

Al 31 dicembre 2016 e 2015 il riepilogo degli avviamenti per settore è il seguente:

 31 dicembre 201631 dicembre 2015
Elicotteri 1.260 1.337
DRS1.504 1.464 
Divisioni Leonardo999 1.127 
Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza 2.503 2.591
Aeronautica 60 60
  3.823 3.988

Il decremento netto rispetto al 31 dicembre 2015 è attribuibile principalmente a differenze di traduzione sugli avviamenti denominati GBP, solo in parte compensati dall’incremento dell’avviamento di DRS, denominato in USD. L’avviamento viene testato al fine di evidenziare eventuali perdite di valore attraverso impairment test. Il test viene condotto sulle CGU di riferimento confrontando il valore di carico con il maggiore tra il valore in uso della CGU e quello recuperabile attraverso cessione. Nella prassi del Gruppo, è stata individuata una gerarchia operativa tra il calcolo del fair value al netto dei costi di vendita e il valore d’uso, stabilendo di procedere prima alla stima di quest’ultimo e poi, solo qualora lo stesso risultasse inferiore al valore contabile, alla valutazione del fair value al netto dei costi di vendita. In particolare, il valore in uso viene determinato utilizzando il metodo del discounted cash flows, nella versione “unlevered”, applicato sui flussi di cassa risultanti dai piani quinquennali predisposti dal management delle CGU e facenti parte del piano approvato dal Consiglio di Amministrazione di Leonardo, proiettati oltre l’orizzonte esplicito coperto dal piano secondo il metodo della rendita perpetua (cd. Terminal value), utilizzando tassi di crescita (“g rate”) non superiori rispetto a quelli previsti per i mercati nei quali le singole CGU operano. I flussi di cassa utilizzati sono quelli previsti nei piani, rettificati per escludere gli effetti derivanti da future ristrutturazioni dei business non ancora approvate o da investimenti futuri atti a migliorare le performance future. Nel dettaglio, tali flussi sono quelli prima degli oneri finanziari e delle imposte, e includono gli investimenti in capitale fisso e i movimenti monetari del capitale circolante, mentre non comprendono i flussi di cassa relativi alla gestione finanziaria, a eventi straordinari o al pagamento di dividendi. I relativi assunti macro-economici di base sono determinati, ove disponibili, sulla base di fonti esterne di informazione, mentre le stime di redditività e crescita assunte nei piani sono determinati dal management sulla base delle esperienze passate e dalle attese circa gli sviluppi dei mercati in cui il Gruppo opera.

I flussi così determinati sono scontati utilizzando un tasso di attualizzazione (WACC) determinato applicando il metodo del Capital Asset Pricing Model. Nella determinazione dei WACC si è fatto riferimento ai seguenti elementi:

  • come tasso risk-free sono stati utilizzati i rendimenti lordi di bond governatividel mercato geografico della CGU a 10 e 20 anni. La discesa di tali tassi motiva il decremento complessivo dei WACC rispetto al 2015. Al fine di valutare i potenziali impatti derivanti dal parziale riassorbimento degli effetti sui tassi dell’area Euro delle politiche monetarie della BCE è stata elaborata un’analisi di sensitività di seguito illustrata;
  • il market premium è stato pari a 5,7%;
  • al beta di settore, determinato utilizzando dati riferibili ai principali competitor operanti in ciascun settore;
  • al costo del debito applicabile al Gruppo;
  • al rapporto debt/equity determinato utilizzando dati riferibili ai principali competitor operanti in ciascun settore.

I tassi di crescita utilizzati per proiettare i flussi di cassa delle CGU oltre l’orizzonte esplicito di piano sono stati stimati, invece, facendo riferimento alle ipotesi di crescita dei singoli settori nei quali tali CGU operano. Tali ipotesi si fondano su elaborazioni interne di fonti esterne, prendendo a riferimento un orizzonte temporale solitamente decennale. I g-rate utilizzati ai fini dell’impairment test sono pari al 2%, in coerenza con quanto fatto negli esercizi precedenti, pur in presenza per alcuni settori di tassi attesi di crescita superiori.

Le assunzioni maggiormente rilevanti ai fini della stima del flussi finanziari utilizzati in sede di determinazione del valore d’uso sono di seguito riepilogate:

 ElicotteriElettronicaAeronautica
    
WACCXXX
g-rateXXX
ROS da pianoXXX
Andamento del budget della DifesaXXX
Crescita dei rate produttivi su produzioni di serie di particolare rilevanzaX X

Nella stima di tali assunti di base il management ha fatto riferimento, nel caso di variabili esterne, a elaborazioni interne fondate su studi esterni, oltre che sulla propria conoscenza dei mercati e delle specifiche situazioni contrattuali.

Al 31 dicembre 2016 e 2015 i WACC dopo le imposte e i tassi di crescita (nominali) utilizzati sono stati i seguenti:

 31 dicembre 201631 dicembre 2015
 Waccg-rateWaccg-rate
Elicotteri7,6%2,0%8,7%2,0%
DRS7,6%2,0%7,9%2,0%
Divisioni Leonardo5,5%2,0%7,8%2,0%
Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza    
Aeronautica5,9%2,0%7,2%2,0%

I test condotti non hanno evidenziato impairment. Con riferimento all’andamento delle CGU che operano nell’Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza si segnala che entrambe sono state oggetto di impairment negli anni 2011 e 2012, con particolare riferimento a DRS (€mil. 1.639 complessivi). DRS presenta ancora un headroom (cioè il margine positivo determinato in sede di impairment test) minore rispetto alle altre CGU, ancorché in progressiva crescita. Tuttavia, le stime evidenziano per i prossimi anni una crescita del budget della difesa USA, che rappresenta la principale fonte di ricavi di DRS. I risultati così ottenuti sono stati sottoposti ad analisi di sensitività, prendendo a riferimento le assunzioni per le quali è ragionevolmente possibile che un cambio nelle stesse possa modificare significativamente i risultati del test. Al riguardo si segnala che gli ampi margini positivi registrati sono tali da non poter essere significativamente modificati da variazioni nelle assunzioni descritte. A titolo informativo si riportano comunque i risultati per tutte le CGU. La tabella di seguito presentata evidenzia il margine positivo nello scenario base, confrontato con le seguenti analisi di sensitività: (i) incremento dei tassi di interesse utilizzati per scontare i flussi di cassa su tutte le CGU di 50 punti base, a parità di altre condizioni; (ii) riduzione del tasso di crescita nel calcolo del terminal value di 50 punti base a parità di altre condizioni; (iii) riduzione di mezzo punto della redditività operativa applicata al terminal value, a parità di altre condizioni.

 Margine (caso base)Margine post sensitivity
  Waccg-rateROS TV
Elicotteri2.5442.0192.1102.529
DRS (USD milioni)305102149104
Divisioni Leonardo6.4635.2725.4215.653
Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza    
Aeronautica12.17810.89311.04710.601

Al fine di valutare i possibili riflessi di un incremento dei tassi risk-free dell’area Euro, come detto, è stata poi elaborata un’analisi di sensitività considerando un incremento dei tassi pari a 100 bps, nell’ambito della quale sono stati quindi utilizzati i seguenti WACC: Elicotteri 8,6%, Divisioni Leonardo Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza 6,5% e Aeronautica 6,9%. In questo scenario i margini delle 3 CGU si sono ridotti di circa il 20%, rimanendo comunque significativamente positivi (nel dettaglio: Elicotteri €mil. 1.574, Divisioni Leonardo Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza €mil. 4.347 e Aeronautica €mil. 9.875).

Altre attività immateriali

Gli investimenti in “Costi di sviluppo” si riferiscono in particolare ai settori Elicotteri (€mil. 13) ed Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza (€mil. 31). Gli investimenti relativi alla voce “Oneri non ricorrenti” si riferiscono ai settori Elicotteri (€mil 91), Aeronautica (€mil. 42) ed Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza (€mil 27). Si segnala che per i programmi già ammessi ai benefici della Legge 808/85 e classificati come funzionali alla sicurezza nazionale, la quota parte di oneri non ricorrenti capitalizzati per i quali si è in attesa del perfezionamento dei presupposti giuridici necessari per la classificazione fra i crediti viene separatamente evidenziata all’interno delle altre attività non correnti (Nota 12). I crediti per contributi accertati a fronte dei costi capitalizzati (qui esposti al netto di tali contributi) sono illustrati nella Nota 26.

I costi di ricerca e sviluppo complessivi, comprensivi anche degli appena citati “Costi di sviluppo” e “Oneri non ricorrenti” nonché delle quote incluse nei contratti di vendita o coperte da contributi, sono pari a €mil. 1.373, dei quali €mil. 175 spesati a conto economico.

La voce “Concessioni, licenze e marchi” include, in particolare, il valore delle licenze acquisite in esercizi precedenti nel settore Elicotteri. Con riferimento all’acquisizione totalitaria del programma AW609, tale

valore include anche la stima dei corrispettivi variabili che saranno dovuti a Bell Helicopter, sulla base del successo commerciale del programma (Nota 22). La variazione del periodo è dovuta, principalmente, al decremento per gli ammortamenti del periodo e all’incremento derivante dall’effetto cambio.

Le attività immateriali acquisite per effetto delle aggregazioni di impresa si decrementano principalmente per effetto degli ammortamenti e includono le seguenti voci:

 31 dicembre 201631 dicembre 2015
   
Conoscenze tecnologiche6372
Marchi4445
Backlog e posizionamento commerciale358471
 465588

In particolare la voce Backlog e posizionamento commerciale si riferisce sostanzialmente alla porzione di prezzo di acquisto corrisposto per DRS e per la componente inglese relativa alle divisioni Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza ed Elicotteri, allocato a tale intangibile in sede di purchase price allocation.

La voce “Altre” accoglie al suo interno principalmente software, il cui periodo di ammortamento è 3-5 anni e le attività immateriali in corso e gli acconti.

Complessivamente gli investimenti sono principalmente relativi ai settori Elicotteri (€mil. 108), Aeronautica (€mil. 52) ed Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza (€mil. 68).

Risultano in essere, inoltre, impegni di acquisto di attività immateriali per €mil. 5 (€mil. 10 al 31 dicembre 2015).